La storia dello Château Clos de Sarpe

La propriété

Una storia prima di tutto umana

La dimora, antica proprietà del barone di Foussat de Bogeron, acquistata da Jean Beyney nel 1923 e rilevata dal figlio Yvan Beyney nel 1950, è attualmente gestita da Jean Guy Beyney e dalla moglie Christine, la terza generazione, che si dedicano ai processi di vinificazione con passione, serietà e competenza con l'intento di coltivare nel miglior modo possibile questo nobile territorio, nel totale rispetto delle tradizioni.

Lo Château Clos de Sarpe è anche una casa indipendente , di dimensioni umane, generosa e altruista, fondata sul rispetto della terra e alla permanente ricerca della perfezione , per il piacere degli amanti del vino di qualità.


Superfici modeste, piccoli rendimenti, vecchi vigneti, coltura antica, coltivazione a legno nuovo, la competenza tradizionale di Jean-Guy Beyney concorre a produrre un vino complesso e molto fruttato, altamente concentrato e rispettoso della natura e dei suoi cicli . Vinificato con passione e nel rispetto delle tradizioni, lo Château Clos de Sarpe vanta pochi rivali in termini di concentrazione e longevità. Le grandi annate conservano la loro freschezza e purezza nel corso dei decenni.

Nel 1997, Jean-Guy Beyney decide di produrre un secondo vino, lo Charles de Sarpe, noto per la sua eleganza, la sua morbidezza e le sue note aromatiche e vivaci.

Jean-guy Beyney

“Allo Château Clos de Sarpe, consideriamo il vino come un prodotto vivo, da rispettare e che non può essere paragonato, in alcun caso, ai prodotti industriali.

Ricerchiamo l'equilibrio naturale del vino...
il tempo e la pazienza fanno il resto.”

Jean-Guy Beyney

Puoi anche ordinare i vini Clos de Sarpe:

Ordina Price list 2017